sample image

InCampagna Fa la Cosa Giusta!

Author: Data Wpisu: 29 March 2018


Arrivata alla 15° edizione, Fa La Cosa Giusta! Milano è decisamente una delle fiere più rinomate per la diffusione del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Noi di InCampagna abbiamo partecipato in un modo veramente speciale e siamo qui a raccontarvelo!

Per chi non la conoscesse, Fa La Cosa Giusta! è la prima e la più grande fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili. Nell’arco di tre giorni, c’è la possibilità di esplorare le tante realtà che in tutta Italia lavorano per uno sviluppo sostenibile del territorio nell’ambito della moda, dell’agroalimentare e dei servizi. Quest’anno poi la fiera ha compiuto 15 anni e per l’occasione è stato promosso l’ingresso gratuito, rendendo di fatto la fiera ancora più attraente anche per chi avesse avuto delle remore.

Partecipare a Fa La Cosa Giusta! era senza dubbio una tentazione già da principio per noi di InCampagna. Lo è diventato ancora di più nel momento in cui si è nata l’idea di partecipare alla fiera in modo condiviso, provando ad abbandonare l’idea di prenotare singoli stand, organizzando invece un’area più ampia, insieme ad altri produttori, e allestendola in stile InCampagna. Approfittando di uno spazio dedicato ai produttori siciliani e gestito dal comitato Fa La Cosa Giusta! Sicilia, abbiamo iniziato a chiedere la disponibilità di produttori siciliani a partecipare al progetto di partecipazione condivisa.

Alla base del progetto di partecipazione condivisa, c’era il nostro desiderio di proporre uno spazio comune dove ogni singolo partecipante potesse mantenere la propria identità, senza che una realtà prevalicasse l’altra. L’intento della Rete InCampagna era quello di gestire la partecipazione in modo operativo, rendendo il più efficiente possibile le attività generalmente più onerose come il trasporto o l’allestimento dell’area. La partecipazione condivisa avrebbe inoltre potuto permettere ai produttori presenti di essere più liberi dagli stand e più disponibili alla relazione con i visitatori; e a quelli non presenti, ma comunque interessati a promuovere i propri prodotti, di avere una vetrina all’interno della fiera.

 

“Grande soddisfazione per la partecipazione condivisa, vorremmo migliorarla ancora di più e accrescere le interrelazioni fra i diversi espositori, prima della fiera e fra gli stand, in modo che si comunichino meglio e più direttamente le relazioni che ci uniscono al di là dello spazio fiera. Rispetto alle precedenti edizioni di FLCG MI questa è stata decisamente più partecipata, più intensa, più divertente!!!”

[Sara Ongaro & Saro Guarrasi, Cooperativa Sociale Quetzal]

Da Dicembre a Marzo è stato un susseguirsi di comunicazioni, incontri, approfondimenti con Terre di Mezzo, organizzatore della Fiera tutte destinate a verificare l’interesse, comprendere i costi e verificare la fattibilità dell’iniziativa.

E alla fine il risultato c’è stato: 50 metri-quadri di area semi-allestita destinata ad alcuni banchi vendita personali richiesti da alcuni produttori e una Bottega Comune per la somministrazione di cibo e bevande e l’esposizione dei prodotti dei produttori partecipanti. L’area ha un nome comune: ‘a Putia, Bottega Siciliana Sostenibile e Solidale e vuole essere attraente con semplicità. Tra i produttori e le aziende aderenti, oltre alla Rete InCampagna, ci sono: il Consorzio Albero del Paradiso, la rete di produttori Buona Terra, l’azienda agricola Fratelli Valenziani, l’azienda agricola Francesco Leotta e la cooperativa San Leonardello, La cooperativa sociale L’Arcolaio, l’azienda La Ghiotta Marmotta, l’azienda agricola Mario Garrasi, Pianeta Verde, la Cooperativa sociale agricola Pistacia Etna Bio, le Cooperative sociali Quetzal e Filiereque Iblee, l’azienda agro-biologica Cuticchi e Materia Viva con i suoi ecogioielli.

L’arredo è in legno e casse di campagna. Il tocco InCampagna è garantito dalle splendide scritte di Nancy e Andrea che riescono con un pennarello e carta colorata a dare un tocco di colore e originalità in un modo semplicissimo e decisamente economico! Il resto è fatto di prodotti buoni e una squadra fortissima.

L’affluenza è stata alta e chi ci è venuto a trovare ha potuto gustare cibi e bevande bio, solidali…e decisamente siciliani! L’aiuto di alcuni membri dei GAS che si sono offerti come volontari è stato indispensabile nei momenti di folla. Grazie quindi a Roberto e Silvia che hanno raccontato la loro esperienza con InCampagna e convinto in modo genuino all’acquisto dei prodotti in Bottega.

A guardare indietro c’è sempre qualcosa da imparare e correggere. Ciò nonostante la soddisfazione di essere riusciti a fare rete, a collaborare con tante realtà e a fare vedere che la Sicilia può essere anche questo – collaborativa e sinergica – supera di gran lunga ogni cosa. E noi di InCampagna crediamo fortemente in questo.

 

 

Ciò che la terra siciliana produce