sample image

Marmellata di arance amare e mele

Author: Data Wpisu: 28 January 2016


Tra le tante ricette di agrumi, la marmellata di arance amare e mele è una prelibatezza da gustare. Ecco la ricetta che consigliamo di utilizzare per la sua preparazione!

Con questa ricetta ottieni circa 4 vasetti da 400 ml

Ingredienti
  • 500 ml di succo d’arancia amara (circa 2kg)
  • succo di 2 limoni
  • 5 arance Tarocco (possono anche essere arance Moro)
  • 1 kg di zucchero
  • 750 g di mele renetta
  • 1100 ml di acqua

 

Metodo di preparazione

1° giorno

  1. Lavare accuratamente le mele, tagliare in quarti, versare 800 ml di acqua e far bollire lentamente per 30 minuti, mescolando delicatamente.
  2. Filtrare il tutto con un setaccio. Misurare 500 ml di succo e lasciare raffreddare.
  3. Tagliate a fettine molto sottili le arance di Tarocco o Moro. Quindi metterle in una padella profonda o in una pentola ampia, versare 200g di zucchero e 300ml di acqua. Le fettine di arancia dovrebbero cuocere fino a quando non iniziano a glassare (cioè fino a quando non sono trasparenti).
  4. Nel frattempo, spremere il succo dell’arancia amara senza scartare i semi. Misurare 500ml di succo e versare i semi in una garza sottile.
  5. Quando le fettine di arancia sono pronte, unirle al succo di mela, aggiungendo il succo di limone e l’arancia amara e aggiungere la quantità rimanente di zucchero (800 g).
  6. Fare bollire il tutto, mescolando delicatamente.
  7. Quando lo zucchero è sciolto, immergere la garza con i semi nel confit. Coprire e lasciare in un luogo fresco per la notte.

 

2 ° giorno

  1. Preparare i barattoli con i coperchi, metterli in una pentola e portare a ebollizione.
  2. Estrarre la garza con i semi dalla marmellata.
  3. Cuocere la marmellata a fuoco forte e cuocere per circa 20 minuti mescolando delicatamente. A questo punto, l’inceppamento dovrebbe addensarsi.
  4. Versare la marmellata calda in vasetti caldi.
  5. I vasi possono essere ulteriormente controllati. Quando li tiri fuori dall’acqua calda, li metti via “sottosopra” e li lasci raffreddare completamente.

 

Buon Appetito!

mozaika1-01

mozaika2-01

DSC_3343

DSC_3343

 

Ciò che la terra siciliana produce