Insolera InCampagna!
Categories
Comunità Sociale

Insolera InCampagna!

 

Anche InCampagna ha voluto contribuire alla formazione professionale nelle scuole. Per questo è nato il progetto di alternanza scuola lavoro INSOLERA INCAMPAGNA per diffondere un nuovo concetto di agricoltura innovativo e partecipato. La nostra Chiara ci racconta com’è andata questa esperienza.

 

Il progetto Insolera InCampagna è nato per caso e grazie all’incontro che ho avuto con alcune delle docenti dell’Istituto Tecnico Professionale F. Insolera di Siracusa. Da quando l’alternanza scuola lavoro è diventata un requisito obbligatorio, le scuole sono chiaramente alla continua ricerca di opportunità. D’altra parte InCampagna cerca sempre di favorire uno scambio di conoscenza costruttivo ed è da sempre interessata a mostrare il proprio modo di lavorare, particolarmente ai più giovani, per creare nuove visioni di lavoro in Sicilia. Le opportunità per un progetto di alternanza scuola lavoro c’erano tutte dunque. E in pochissimo tempo si sono concretizzate.

 

Insolera InCampagna è nato per favorire l’esperienza del lavoro pratico, particolarmente in ambito agricolo, attraverso il dispiegamento di competenze multidisciplinari e del lavoro di squadra, per la realizzazione di un progetto di lavoro agricolo strutturato e di durata definita.

In modo più operativo, per due mesi la scuola Insolera è diventata un punto di ritiro per gli ordini InCampagna. Gli studenti sono stati invitati a supportare il processo di ritiro dei cubotti, aiutando la Rete nella raccolta degli ordini e nella gestione pratica ed amministrativa delle consegne. Nel periodo natalizio, inoltre, il progetto Insolera InCampagna ha portato all’organizzazione del mercatino di natale. In questo caso, gli studenti sono stati chiamati a mostrare il proprio interesse a partecipare attivamente all’evento e a contribuire in modo pratico secondo i propri interessi e le proprie competenze (es. informatiche, di comunicazione, grafiche, etc.).

 

Come Rete InCampagna, il progetto voleva proporre dei risultati quanto più possibile concreti e rispecchianti i nostri valori e la nostra visione, tra cui:

  • promuovere una visione “moderna” e multiprospettica dell’Agricoltura, settore tradizionale del territorio Siciliano, dove il legame tra innovazione e tradizione gradualmente si rafforza, dando spazio ad opportunità professionali nuove o prima inimmaginate
  • Migliorare la comprensione tra agricoltura e alimentazione sana, a supporto della diffusione di scelte alimentari consapevoli e sostenibili
  • Promuovere il lavoro di squadra, la collaborazione e far comprendere che la multidisciplinarietà è un fattore chiave per il successo nel mondo del lavoro
  • Favorire un approccio sistemico nell’organizzazione delle attività, per facilitare la comprensione del legame tra le attività svolte, le variabili di contesto (certo, spesso non prevedibili) e il raggiungimento di obiettivi pianificati.


 
Abbiamo pensato di utilizzare i più tradizionali seminari in fase iniziale, per fornire un contesto di riferimento per tutti gli studenti coinvolti parlando di alimentazione sana, agricoltura biologica e dell’importanza delle reti e della collaborazione per uno sviluppo locale sostenibile, per poi procedere ad un sempre più attivo coinvolgimento operativo degli studenti.

Per il mercatino di Natale, la scelta di compilare un modulo di interesse a partecipare in modo attivo, è stato anche un passo per valutare alcune attitudini, come la disponibilità a lavorare al di fuori dell’orario scolastico definito o gli interessi espressi, indipendentemente dall’indirizzo scolastico prescelto: tutti indici di un fare le cose con passione prima che per obbligo: elemento fondamentale per noi della Rete.

Benché di breve durata il progetto è stato complicato. Gli studenti sono chiamati in causa su molteplici fronti: dallo studio ai vari progetti di alternanza che simultaneamente possono avvenire. Pochi sono coloro che realmente capiscono il significato di una partecipazione attiva a progetti di questa natura. Ma fortunatamente chi è interessato, ha gli occhi brillanti di interesse ed una sana voglia di fare. Poi c’è anche, e a mio parere, un difficile coordinamento da parte del corpo docente, troppo spesso coinvolto in progetti o attività di varia natura e poco abituati a pensare in modo imprenditoriale, soprattutto per quanto riguarda una effettiva pianificazione delle attività.

Detto questo, e personalmente, sono comunque molto contenta dei risultati raggiunti con Insolera InCampagna. Il mercatino di Natale è riuscito a coinvolgere varie associazione ed imprese del territorio che hanno aderito con piacere all’iniziativa, consapevoli che fare qualcosa con le scuole ha sempre un valore in più che va al di là del mero ritorno economico. E gli studenti hanno partecipato chi con più entusiasmo chi con meno…ma oggi decisamente con un’esperienza in più in termini professionali e relazionali.

Insomma, nonostante le varie difficoltà, posso dire che il progetto Insolera InCampagna è stato proprio un bel modo per chiudere l’anno!