sample image

BiOlive in Salamoia!

Author: Data Wpisu: 18 October 2017


‘A Fera Bio Catania vi abbiamo offerto le nostre Olive e il Kit completo per la preparazione della BiOliva in Salamoia. Ci avete chiesto come prepararla e noi abbiamo chiesto al Produttore delle Olive, Andrea Valenziani, di darci qualche dritta.

Il Kit per le BiOlive in salamoia che abbiamo offerto lo scorso Ottobre ‘a Fera Bio di Catania era composto da Olive (verdi o  nere), limone e finocchietto selvatico. I modi per preparare le olive in salamoia sono però tanti. Ecco cosa ci propone Andrea in modo molto simpatico e decisamente invogliante:

 

“La nucellara io la preparo così: prendo il peso di olive ed acqua insieme (quelle che entrano in un barattolo) poi diluisco nell’acqua l’8% di sale (rispetto al peso totale), aggiungo mezzo limone a pezzi ogni kg di olive, finocchietto (quanto basta), peperoncino piccante (assai!), aglio (se piace), uno shottino di aceto (bianco o rosso) e lascio fermentare per mesi (6) al buio.. poi in 10 minuti me le mangio tutte! 

L’oliva ascolana va schiacciata (eventualmente disossata), lasciata in un barattolo sotto il pelo dell’acqua che va cambiata (l’acqua) un paio di volte al giorno per almeno una settimana. Quando non cercano più di galleggiare si possono assaggiare. Appena hanno perso l’amaro si condiscono con sale, olio, aceto, aglio, peperoncino e menta. Poi, in 10 minuti me le mangio tutte! 

L’oliva nera si può fare sia in salamoia come la nucellara, oppure per ottenere qualcosa di più saporito, punzonandole e successivamente coprendole di sale grosso e girandole di tanto in tanto. Insomma un procedimento analogo a quello adottato per la preparazione dei capperi. Poi si sciacquano, si asciugano e si condiscono con sale, olio, aceto, aglio, peperoncino e menta. Poi, in 10 minuti me le mangio tutte! I più parsimoniosi possono congelarle.”

 

Che dire di più? A voi l’impresa e buon appetito!

 

BiOOlive_post_pic_02_small

Ciò che la terra siciliana produce