sample image

Potatura a Vaso Policonico

Author: Data Wpisu: 29 March 2018


A Marzo InCampagna e l’azienda Volatile hanno promosso due giornate dimostrative gratuite sulla potatura degli ulivi, rivolte a professionisti. Due momenti dove strumenti di ultima generazione e tecniche di potatura innovative hanno fatto da padrone. Qui un approfondimento sulla potatura a Vaso Policonico grazie all’intervento di esperti del settore.

Tra le tante attività che InCampagna sta portando avanti, le giornate dimostrative sulla potatura di qualità meritano un’attenzione particolare. Innanzitutto c’è il desiderio di sperimentare strumentazione di ultima generazione che renda la potatura un’attività più efficiente e sicura (leggi anche questo articolo per una prima panoramica sul tema). C’è poi il fine di diffondere tra i professionisti del settore il Vaso Policonico, una tecnica di potatura particolarmente utilizzata in olivicoltura, che si dimostra sempre più efficace sia in termini di produttività degli ulivi che per una riduzione dei tempi di lavoro dei potatori.

Abbiamo chiesto a Rocco Tambone, esperto potatore della Rete InCampagna, di darci alcune primissime informazioni sulla potatura a Vaso Policonico. Ecco cosa ci ha risposto.

 

Rocco, in pochissime parole, che cosa è la potatura a Vaso Policonico e quali sono i suoi obiettivi?

Il Vaso policonico è una tecnica di potatura semplificata, utilizzata per gli ulivi per favorire una produzione costante di olive. Favorisce più luce e più areazione all’interno della pianta e contribuisce alla produzione di olive nelle parti più esterne e soleggiate della piante.

Come si interviene?

Per portare più luce alla pianta, la prima cosa da fare è intervenire sulla riduzione delle branche principali attraverso una prima osservazione iniziale della pianta, l’intervento di potatura per il mantenimento delle principali branche e l’eliminazione della competizione con le altre, considerate come non principali, ed al rispetto delle sotto-branche che vanno verso l’esterno.

Al termine del lavoro fatto su tutte le branche principali, è importante osservare la pianta e assicurarsi di mantenere una chioma uniforme e che la struttura legnosa non risulti troppo visibile. Un’altra cosa da osservare sono i rami eliminati, che non dovrebbero mai superare il 20% della totale chioma iniziale, per evitare scompensi chioma-radice.


 

Quali sono i vantaggi della potatura a Vaso Policonico?

I vantaggi sono tanti. Innanzitutto c’è una riduzione dei costi: la potatura dopo la raccolta è la voce di spesa maggiore nella produzione delle olive. Il Vaso policonico riduce drasticamente i costi di potatura perché vengono ridotti i tempi di lavoro dedicati alla singola pianta. L’operatore non dovrebbe mai dedicare più di 10 minuti per pianta!

C’è poi una produzione costante delle olive: tutti sappiamo che l’ulivo produce olive nella branchetta dell’anno prima. Con il vaso policonico non si interviene sulle branchette e ci si assicura una produzione costante di olive. Le piante sono più sane e rigogliose perché il vaso policonico apporta più luce e più aria all’interno della pianta e questo comporta l’abbattimento di parassiti e funghi.

Infine si constata una maggiore qualità e resa di olio: le olive esposte alla luce mediamente danno una percentuale di resa d’olio maggiore di quelle più interne. Avranno una pezzatura maggiore e saranno più sane.

La Rete InCampagna promuove costantemente un’agricoltura di qualità. Nuovi eventi dimostrativi sulla potatura degli agrumi sono in programma tra aprile e maggio. Se vuoi essere aggiornato, scrivi una email a rete@incampagna.eu o segui la nostra pagina facebook Rete InCampagna.

Ciò che la terra siciliana produce